fbpx
  • Lun-Ven: 8:00 - 12:00 / 15:00 - 19:00

Dieta paleolitica, ne vale la pena?

Sono Francesco Norcini, consulente nutrizionale e dottore in Scienze della Nutrizione e oggi voglio parlarti della Dieta Paleolitica.

Si tratta di un regime dietetico contemporaneo che, come suggerisce il nome, propone un tipo di alimentazione caratterizzato da quello che ipoteticamente avrebbero mangiato i nostri avi che vivevano nelle caverne.

La dieta paleolitica fu ideata per la prima volta negli anni ’30 dal dentista Weston A. Price che a seguito dei suoi viaggi in giro per il mondo si convinse che in talune popolazioni primitive l’assenza di malattie, come le carie e la tubercolosi, fosse attribuibile alla dieta alimentare da loro seguita.

La dieta Paleo si basa sull’idea che anche gli uomini moderni dovrebbero mangiare come si faceva nel lontano passato, questo non solo per garantirsi il peso forma ma anche per mantenersi in salute.

dieta paleo

Vengono esclusi completamente i carboidrati ad eccezione di quelli contenuti in frutta e verdura e ovviamente è indispensabile associare a questo regime alimentario della regolare attività fisica, visto che i nostri antenati non erano certo impegnati in ufficio davanti a un computer per tutto il giorno.

Inoltre, come ovviamente già affrontato in più di un articolo, il semplice gesto di procacciarsi del cibo prevedeva un’intensa attività fisica, che fosse di caccia o di raccolta.

La dieta paleolitica consente di mangiare solo i cibi che esistevano all’epoca, quindi carne (soprattutto magra), pesce, crostacei e molluschi oltre che verdura, semi, radici, bacche, frutta e miele.

Molto raramente si possono bere alcoolici e consumare condimenti come l’olio mentre sono concessi tè e caffè.

Da tempo ormai si sa che all’epoca, in realtà, oltre il 70% dell’introito energetico quotidiano derivava da fonti vegetali, mentre la carne costituiva soltanto una quota minoritaria del bilancio.

Anche perché non esistevano di certo le battute di caccia con cani e fucili a cui siamo abituati oggi, ma si trattava di un’attività estremamente pericolosa che veniva per lo più svolta a fini di sopravvivenza, quando il resto delle risorse di cibo erano scarse.

Oltre a questo, come è facile immaginare, la caccia era un’attività che difficilmente riusciva ad apportare beneficio a tutta la tribù, anche perché i cacciatori viaggiavano per giorni e km all’inseguimento delle prede e non riportavano indietro l’intero animale, sia perché non c’erano grosse possibilità di trasporto, sia perché la carne era difficile da conservare.

Insomma qualcosa di ben diverso rispetto a quello che oggi pensiamo di una dieta Paleo, decisamente troppo ricca in proteine di origine animale.

Molti nutrizionisti vedono in questo tipo di dieta un potenziale rischio per la salute, soprattutto se seguita per lunghi periodi.

Non si tratta di rischi attribuiti solo alla dieta paleolitica, ma bensì comuni a tutti i regimi alimentari iperproteici che eliminano quasi del tutto nutrienti importanti come i carboidrati e quindi non sono equilibrata e non infondono una corretta educazione alimentare.

dieta senza carboidrati

I danni maggiori sono quelli a carico di reni e fegato, che sono costretti a smaltire troppe sosteanze derivanti dal metabolismo delle proteine animali, in particolare l’acido urico.

Il problema principale di una dieta come questa, tuttavia, è che parte dall’assunto errato che gli uomini del paleolitico avessero una dieta specifica, mentre in realtà la dieta variava in ragione delle caratteristiche ambientali in cui si trovavano a vivere.

Quello che cerco sempre di trasmettere anche ai miei Clienti, è proprio uno stile di vita che se da una parte certamente mette l’accento sul riavvicinarsi un po’ di più alla natura, dall’altra non dimentica quanto sia importante anche sfruttare i risultati positivi che l’essere umano ha ottenuto fino ad oggi.

È certamente vero che in alcuni casi ci siamo spinti un po’ troppo in là, anche se per un certo senso l’industria alimentare ha sempre cercato di assecondare le richieste di un pubblico sempre meno attento.

varietà cibo

Ma non possiamo negare quanto oggi mangiare in modo sano e soprattutto vario sia facilissimo rispetto a un passato in cui era difficile disporre di una cosi vasta varietà di alimenti.

Per questo penso che oggi come oggi una “dieta” non debba più essere un sinonimo di limitazione.

Il percorso che offro ai miei clienti è un percorso di rieducazione e di scoperta del cibo, insegnandoli a capire u po’ meglio l’interazione che c’è tra i vari alimenti e quali sono quelli che realmente il nostro corpo ha bisogno per sprigionare tutta l’energia di cui è capace.

Se sei interessato ad un percorso come questo ti ricordo che non sono un nutrizionista e non troverai da me una dieta fatta di grammi e regole alimentari.

Quello che scoprirai è in che modo gli alimenti interagiscono tra di loro e come poterli sfruttare al massimo secondo le tue specifiche esigenze.

Se sei interessato puoi prenotare la una chiamata gratuita con un mio collaboratore diretto che sarà in grado di spiegarti meglio come puoi lavorare insieme a me e le opportunità disponibili. Clicca il banner qui sotto per prenotare la tua chiamata:

Un saluto

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

SCARICA ORA L'EBOOK
COME PERDERE PESO

continuando solo a mangiare

DOWNLOAD
Scritto dal Dr Francesco Norcini, consulente alimentare.
close-link
Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI!

ASPETTA!
Non perdere l'occasione

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link
Compila il form qui sotto:
ISCRIVITI!

NEWSLETTER SETTIMANALE

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link