fbpx
  • Lun-Ven: 8:00 - 12:00 / 15:00 - 19:00

Zuccheri in estate, si ma attenzione a quali.

L’organizzazione mondiale della sanità indica chiaramente come l’apporto quotidiano di zuccheri semplici debba essere inferiore al 10% del fabbisogno calorico giornaliero di un adulto.

Stiamo parlando di circa 30 g di zucchero al giorno. Per zuccheri semplici si intendono tutti quelli praticamente aggiunti, ossia non naturalmente presenti negli alimenti.

Ovviamente il problema principale è che questi zuccheri, oggi come oggi, siano dovunque, compresa la carne, il pane e la pasta che siamo soliti mangiare quotidianamente.

Ho già parlato all’interno del blog degli zuccheri e di come essi siano da sempre utili alla nostra sopravvivenza, motivo per il quale siamo particolarmente attratti dai sapori dolci.

Ma in questo articolo voglio parlarti specificatamente dell’estate, una stagione in cui gli zuccheri sono maggiormente tollerati, ma facendo attenzione a quelli che in realtà possono metterti a rischio.

Io sono Francesco Norcini, consulente del benessere e della nutrizione e nei miei anni di esperienza diretta con diversi Clienti ho visto come eliminare semplicemente gli zuccheri aggiunti per un periodo di “detox” faccia già una grande differenza.

Posso dire tranquillamente che secondo me, oggi come oggi, il 90% delle persone soffrono a differenti livelli di gravità di una vera e propria dipendenza da zuccheri.

Per anni abbiamo pensato che il problema principale degli zuccheri fosse il loro apporto calorico e per risolvere questo problema l’industria alimentare ha inventato dolcificanti ipocalorici che hanno invaso i nostri supermercati con prodotti sempre più dolci ma sempre più “senza zucchero”.

Purtroppo, oggi, dopo 40 anni da questa supposizione, stiamo pagando il conto di questo approccio e per quanto faccia sorridere l’associazione è un conto molto salato.

Sono aumentati tantissimi problemi legati al consumo eccessivo di zuccheri, come obesità e insulino-resistenza per citarne alcuni ma altri anche molto più gravi come malattie degenerative che subentrano in età avanzata o diabete.

 

 

Esistono zuccheri buoni e zuccheri cattivi?

Per i grassi siamo arrivati a questa definizione semplicistica.

Per gli zuccheri il discorso è un po’ diverso, ma una prima distinzione molto facile da prendere in considerazione sono gli zuccheri presenti in natura e quelli aggiunti in un processo di produzione.

L’estate, infatti, è la stagione con la più alta disponibilità di frutti e guarda caso parliamo anche di frutti molto zuccherini, come l’anguria.

zuccheri frutta

Allora è bene chiedersi perché la natura ci mette a disposizione tutta questa frutta zuccherina.

La risposta è semplice, per darci energia in un periodo dell’anno dove aumentano le temperature e la sudorazione ci fa perdere più energie e liquidi.

Il nostro corpo è incredibilmente bravo a farci venire voglia di quello che ci serve per ripristinare il nostro livello di energia, ed è per questo abbiamo voglia di dolce, ma quando ingeriamo un alimento che è dolce solo grazie ai dolcificanti, come una merendina o un bicchiere di coca cola, rischiamo di ingerire un tipo di zuccheri che va a finire nel sangue senza però richiamare il lavoro del pancreas per la secrezione di insulina, causandone un impigrimento che a lungo andare può causare insulino-resistenza e portare addirittura al diabete.

Non solo, ma spesso, questi zuccheri, innalzano troppo rapidamente il livello di glicemia nel sangue, richiamando cosi tanta insulina che per contro abbasserà eccessivamente il livello di glicemia facendoci ripiombare immediatamente nella situazione di partenza.

Praticamente saliamo volontariamente su una giostra che gira troppo velocemente e rischia letteralmente di scaraventarci fuori.

La natura ha fatto si che i frutti con tanto zucchero, come l’anguria, fossero ad esempio anche ricchi di acqua.

È abbastanza difficile assumere troppi zuccheri mangiando anguria, proprio perché prima di arrivare ad un eccesso di zuccheri ci sentiremmo gonfi e appesantiti per la quantità di acqua ingerita.

zuccheri miele

Quindi basta scegliere alimenti dolci naturalmente come miele e frutta?

Purtroppo no, perché il nostro palato, oggi, si è abituato a un dolce eccessivamente accentuato.

Tutti i miei Clienti, dopo un percorso di detox della durata di un mese, in cui smettono di assumere zuccheri aggiunti, si rendono conto di come, alcuni alimenti che prima riuscivano a mangiare tranquillamente, improvvisamente risultino troppo dolci al palato.

Il dolce a fine pasto che prima non facevano fatica a terminare ora diventa troppo pesante e nauseante.

Questo risultato lo si ottiene solo eliminando gli zuccheri aggiunti, quindi la persona continua a mangiare tutti gli alimenti che contengono naturalmente zuccheri come cereali e frutta, ad esempio.

Nonostante il fabbisogno di zuccheri sia soddisfatto nei primi giorni, però, sopraggiunge l’astinenza, che causa malessere diffuso, nausea, mal di testa, spossatezza e altri sintomi che variano di persona in persona.

Questo ci indica che per il nostro corpo è facile ritornare a tararsi su livelli di zuccheri “naturali” e se affrontiamo un percorso di rieducazione in questo senso scopriremo da soli come gli alimenti a cui oggi ci siamo abituati siano in realtà troppo dolci.

 

Come devo comportarmi allora in estate?

Durante la stagione calda, grazie alla sudorazione, ci liberiamo delle tossine in eccesso molto più rapidamente rispetto all’inverno.

sudorazione

Proprio grazie a questo meccanismo potremo assumere più zuccheri, come la frutta di stagione, che se ci pensi in inverno è quasi del tutto assente.

Integrare i sali minerali persi tramite frutta e verdura è importantissimo in estate e ciò a cui devi fare attenzione sono tutti quegli alimenti che oltre a dolcificanti industriali non apportano niente di più al tuo corpo.

Il nostro corpo è progettato per attingere a frutta e miele in estate per poi usare queste riserve energetiche in inverno, quando in principio vi era carenza di animali e di raccolti.

Oggi come oggi, però, il nostro campo di caccia, il supermercato, è aperto tutto l’anno con un’offerta incredibile di alimenti e di dolci.

Quindi non c’è bisogno di fare riserve inutili di energie e soprattutto non c’è bisogno di sovraccaricare il nostro corpo con cibi eccessivamente dolci e raffinati.

Ma per semplificarti la vita ecco un brevissimo elenco con 3 consigli utili per la fine dell’estate:

  • Evita la classica combinazione caffè o te e zucchero, ti fa solo sudare di più e ti farà presto precipitare di nuovo in una situazione di “voglia di dolce”.
  • Leggi bene le etichette ed evita gli zuccheri “nascosti”, ricordati che sono zuccheri anche i malti e gli amidi, molto presenti in tantissimi prodotti.
  • Mangia molti cibi ricchi di vitamina B e magnesio, come uova, frutta secca in guscio, cereali integrali, carne di pollo, pesce, verdure a foglia verde e legumi di tutti i tipi. Sono importanti per regolare il sistema endocrino, mantenere costante la temperatura del corpo e calmare il sistema nervoso.

Io spero che questo articolo possa esserti utile e ti ricordo che se vuoi iniziare un percorso di coaching insieme a me, per scoprire quali sono gli alimenti che il tuo corpo ha bisogno per performare al massimo, puoi prenotare una chiamata gratuita con un mio collaboratore e sapere in che modo puoi iniziare il tuo percorso personalizzato. Clicca sull’immagine qui sotto per prenotare la chiamata:

 

Io ti aspetto dall’altra parte e nel frattempo, buona continuazione.

One Reply to “Zuccheri in estate, si ma attenzione a quali.”

  1. Grazie dottor Norcini…sempre utili i suoi consigli…io sto proseguendo abbastanza bene.
    Buona giornata

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

SCARICA ORA L'EBOOK
COME PERDERE PESO

continuando solo a mangiare

DOWNLOAD
Scritto dal Dr Francesco Norcini, consulente alimentare.
close-link
Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI!

ASPETTA!
Non perdere l'occasione

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link
Compila il form qui sotto:
ISCRIVITI!

NEWSLETTER SETTIMANALE

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link