fbpx
  • Lun-Ven: 8:00 - 12:00 / 15:00 - 19:00

Cali di pressione? Attenzione a cosa mangi

I cali di pressione durante la stagione calda sono più frequenti e questo ci spinge a pensare che sia normale, quando la temperatura aumenta, vivere dei cali di pressione più o meno intensi.

Io sono Francesco Norcini, consulente della nutrizione e del benessere e in questo articolo voglio mostrarti come l’alimentazione influisca pesantemente su questo problema e darti tutte le informazioni di cui hai bisogno per non incorrere in cali di pressione.

Partiamo dal presupposto che la pressione arteriosa ha normalmente valori compresi intorno agli 80 di minima e 120 di massima.

Se il valore minimo scende sotto i 60 e quello massimo sotto i 90 allora possiamo parlare di pressione bassa o ipotensione.

 

calo di pressione

Spesso e volentieri non si nota o non si parla direttamente di ipotensione, ma si è più propensi a notare alcuni dei sintomi a cui è associata, come stanchezza, debolezza muscolare e a volte mal di testa o senso di nausea.

La principale causa di ipotensione estiva è sicuramente il caldo, che impegna il nostro corpo in un costante lavoro che ha lo scopo di abbassare e tenere sotto controllo la nostra temperatura corporea.

I modi in cui interviene per abbassare la temperatura sono il sudore e la vasodilatazione periferica per riuscire così a disperdere la maggior quantità di calore nel modo più efficiente possibile.

Se durante questa attività non integriamo correttamente liquidi e alimenti adatti o affatichiamo ulteriormente il nostro corpo attraverso un’alimentazione scorretta è facile che ci troveremo a fare i conti con un’ipotensione più o meno grave.

Questo è il motivo per cui in estate ci siamo abituati a sentir parlare di pasti leggeri e rinfrescanti.

Abbondano sulle nostre tavole insalate di riso, insalatone, macedonie e tutta una serie di piatti freddi che in questa stagione ci sembrano ancora più gustosi del solito.

Ebbene la brutta notizia è che la metà dei pasti che abbiamo in mente e che cataloghiamo come estivi non sono per niente salutari o adeguati ad aiutare il nostro organismo in un compito cosi estenuante.

 

 

Come mangiare in estate per evitare i cali di pressione?

MANGIARE LEGGERO: mangiare leggero non vuol dire mangiare frutta o mangiare un’insalata.

Anzi, spesso e volentieri è proprio quando decidiamo di nutrirci di questi alimenti che commettiamo i principali errori, perché è difficile pensare di soddisfare la propria fame con una semplice insalata verde o con un frutto.

Così, per rendere un po’ più piacevole il momento del pasto, aggiungiamo ingredienti o altri frutti al nostro piatto, commettendo uno degli errori più comuni quando si parla di nutrizione: l’abbinamento scorretto degli alimenti.

Non posso elencarti in questo articolo tutti gli abbinamenti possibili e quali vanno bene rispetto ad altri, ma posso farti un esempio significativo su tutti, la macedonia.

Non è mai bene mischiare 2 o più frutti tra di loro, così come non va bene in generale mischiare 2 fonti di zuccheri fra di loro.

Quindi se ti mangi un’insalata di riso (cereali) e ti concedi un frutto rinfrescante a fine pasto stai comunque appesantendo il tuo corpo.

Questo, infatti, genera fermentazione all’interno del tuo apparato digerente e tutto fa fuorché aiutare il tuo corpo a mantenere una pressione adeguata.

EVITARE GLI ALIMENTI FREDDI: è risaputo infatti che se da una parte il nostro corpo è in grado di abbassare la temperatura quando fa caldo, dall’altra è tenuto ad alzare la temperatura intorno ad alcuni organi vitali quando scende troppo.

E questo è quello che fa ogni qual volta noi ingeriamo qualcosa di freddo o ghiacciato, che sia liquido o solido.

È facile immaginare che un corpo impegnato a gestire la temperatura esterna inviando sangue e liquidi verso la parte più periferica del nostro corpo, che non sarà affatto felice di dover gestire anche un abbassamento della temperatura intorno al nostro stomaco che richiederà massicce dosi di sangue verso la parte interna.

NON DORMIRE SUBITO DOPO I PASTI: ti viene il classico “abbiocco” dopo pranzo? Se cedi al sonno stai ostacolando benissimo il lavoro del tuo corpo.

Stai pensando di dargli una mano andando a fare un sonnellino? Sbagliatissimo, è meglio una passeggiata, magari all’ombra e senza correre, cosi almeno gli risparmi la fatica di dover anche abbassare la glicemia.

PREDILIGERE LA VERDURA CRUDA: questo è un consiglio che non mi stancherò mai di dare.

La verdura è ricca di acqua, di fibre e di sali minerali ed è priva di zuccheri. Praticamente è come la frutta ma coi super poteri.

Quindi piuttosto che una macedonia, mangiati una carota cruda, è ottima anche per fortificare i muscoli della mandibola ed è rinfrescante e dissetante.

BERE E IDRATARSI: ovviamente l’idratazione rimane al primo posto.

Come puoi leggere anche nell’articolo “Bere in estate” (che puoi leggere cliccando sul titolo in verde) si tratta di un’attività imprescindibile che non può essere delegata solo all’acqua, ma deve passare necessariamente anche dalla nutrizione.

Evita quanto più possibile bibite gassate piene di zuccheri cosi come pasti a base di carboidrati, tutti alimenti che ti faranno provare una grande sete ma per il semplice fatto che metteranno il tuo corpo in una situazione in cui richiede acqua per diluire gli zuccheri nel sangue.

 

 

Attenzione a non evitare troppo il sole

Ovviamente il pensiero naturale che potresti essere spinto a fare è che a questo punto è meglio rimanere al riparo dal sole per tutto il giorno, così si suda meno e si stressa meno il corpo.

In realtà questo non è necessario e anzi, abbiamo visto, nell’articolo relativo alla “Vitamina D” (che puoi leggere cliccando sul titolo in verde) come l’esposizione al sole durante la stagione estiva ci permetta di accumulare la vitamina D necessaria che poi sfrutteremo anche in inverno.

Ovviamente, anche in questo caso, usiamo il buon senso.

Infatti è sufficiente stare al sole appena 20 minuti al giorno per assolvere a questa funzione e non bisogna neanche scegliere necessariamente le ore centrali della giornata.

Quindi, per concludere, goditi l’estate come desideri, semplicemente imparando cosa fa veramente bene al tuo corpo.

Ovviamente mi rendo conto che le informazioni relative all’alimentazione sono tante, ma in realtà ognuno di noi è unico e imparare quelle che riguardano solo te ti garantisco che è più facile di quanto immagini.

Ti bastano 30 giorni insieme a me per poter dire addio, una volta per tutte, a qualsiasi dieta o rimedio per dimagrire o tornare in salute.

Se non l’hai già fatto scarica a questa pagina il mio EBOOK e inizia il percorso gratuito di DETOX che ho strutturato con il mio team per permetterti di ottenere risultati incredibili in soli 30 giorni, trovi tutto qui (clicca sull’immagine):

Se invece sei interessata o interessato ad entrare direttamente in contatto con me, contattaci tramite la live chat e scoprirai come fare.

Io ti aspetto dall’altra parte e ti auguro una buona continuazione.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

SCARICA ORA L'EBOOK
COME PERDERE PESO

continuando solo a mangiare

DOWNLOAD
Scritto dal Dr Francesco Norcini, consulente alimentare.
close-link
Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI!

ASPETTA!
Non perdere l'occasione

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link
Compila il form qui sotto:
ISCRIVITI!

NEWSLETTER SETTIMANALE

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link