fbpx
  • Lun-Ven: 8:00 - 12:00 / 15:00 - 19:00

Perché alle feste non devi eliminare nulla?

Il cibo, da sempre, ha un ruolo fondamentale nelle interazioni sociali.

In Italia sappiamo bene quale valore ha non solo il cibo ma il gesto di mettersi a tavola in un contesto sociale come gli amici o la famiglia.

Quando parliamo di nutrizione e salute il primo nodo che viene al pettine sono gli “sgarri”.

Ma che cos’è realmente lo sgarro e perché se ti trovi nella situazione di pensarci stai sbagliando tutto?

Sono Francesco Norcini, consulente del benessere e della nutrizione, da anni seguo centinaia di Clienti che vogliono tornare in salute grazie al cibo e voglio affrontare questo argomento molto delicato insieme a te.

Chi si approccia ad un nuovo regime alimentare deve fare i conti con una spesso triste realtà, ossia il fatto che le cose buone fanno tutte male.

Questo spesso mi viene detto anche dai miei Clienti ed è una percezione reale.

Chi si avvicina ad una nuova dieta, che specifichiamo rappresenta un regime alimentare e non un periodo di vita in cui non mangio determinate cose, trova spesso 2 tipi di persone.

Ci sono i “militari”, quelli che adorano la disciplina ferrea e riescono a non mangiare più un determinato tipo di alimenti dall’oggi al domani senza nessuna remora, oppure gli “umani”, fatti di emozioni che spesso vedono nel cibo un vero e proprio rifugio.

Durante le feste, come Pasqua, Natale o Capodanno, questo argomento torna alla ribalta e questo avviene principalmente per un motivo.

Durante questi periodi ci riuniamo spesso con la famiglia e con le tradizioni.

Le persone che ci circondano non sono direttamente coinvolte nel nostro percorso nutrizionale e spesso non vi prestano troppa attenzione oppure semplicemente non hanno la preparazione adatta per venirci incontro.

In queste situazioni si presenta la difficile sfida sociale, che rischia realmente di farci vivere la situazione dell’emarginato.

Ovviamente ognuno reagisce in modo diverso mosso da ragioni diverse, c’è chi semplicemente non si sente soddisfatto e appagato se a Pasqua non mangia il cioccolato dell’uovo e la colomba, chi invece sta male perché pensa di fare un torto ai propri genitori a non mangiare tutte quelle prelibatezze e chi se ne frega allegramente del giudizio altrui e fa quello che gli pare e piace, sempre e comunque.

La ragione, come sempre, sta nel mezzo, non c’è un modo corretto o sbagliato di affrontare la situazione, perché i retaggi culturali e le leve psicologiche che muovono anche le nostre voglie e i nostri gusti sono talmente complesse che solo uno stupido direbbe che si tratta di pigrizia o mancanza di determinazione.

 

 

Ma esiste una soluzione per eliminare del tutto gli sgarri?

In realtà esiste un’unica soluzione, che comunque non ci metterà al riparo per sempre dagli sgarri, perché questo è troppo variabile nella vita di una persona.

Ma farà si che di fronte a determinate situazioni non solo noi riusciamo a resistere, ma ancora meglio smettiamo di provare la voglia e l’attrazione verso quel determinato alimento.

E ora ti faccio un esempio.

Pensa a qualcosa che ti piace tantissimo, qualcosa che solitamente mangi di rado perché sai che non è il massimo per la tua linea, ma comunque sia qualcosa che ti piace e che di tanto in tanto ti concedi con piacere.

Può essere un bicchiere di coca cola, o un cioccolatino, o una torta, o il pandoro con la nutella a Natale, o l’uovo di pasqua… qualsiasi cosa.

Ora immagina che dopo aver mangiato quel prodotto tu ti senta male per 2 giorni, con mal di testa, crampi allo stomaco e diarrea.

Credi che lo mangeresti di nuovo?

Ora ti dico semplicemente quello che avviene con i miei Clienti da anni, perché in questo preciso istante starai pensando che quello che ti piace non ti fa star male, anzi ti fa star bene.

Io inizio sempre con un mese di disintossicazione, è un mese molto semplice, perché in realtà per disintossicarsi basta evitare per i primi 30 giorni di mangiare zuccheri aggiunti e glutine, inoltre le nuove ricette che do ai miei Clienti da provare ti garantisco che rendono questo periodo molto leggero.

Ora tu ti chiederai: “disintossicarsi da cosa esattamente?”

Il nostro corpo è in grado di adattarsi a tantissime cose, anche se sono cose nocive.

L’industria alimentare questo lo sa bene, infatti spesso senti parlare di dosi raccomandate.

Questo perché, anche quando parliamo di ingredienti poco salutari, esistono dei limiti sotto ai quali la stessa sostanza è del tutto innocua.

Questo avviene perché il nostro corpo non è un sacchetto di plastica, che raccoglie e accumula tutto quello che gli buttiamo dentro.

È piuttosto un sistema molto complesso di filtraggio, che riesce a estrapolare ciò che ci serve dagli alimenti e scartare quello che non ci serve.

Ora, come ogni filtro, se la quantità di tossine, sporcizia o materiale inutile aumenta, si raggiungerà molto prima una situazione di ostruzione.

Il problema è che se parliamo di un acquario è facile pensare di estrarre il filtro, pulirlo sotto l’acqua corrente e rimetterlo al proprio posto dandogli nuova vita.

Se invece pensiamo al nostro corpo questo è un po’ più difficile.

Quindi, per farti un esempio molto facile da comprendere, se ci piacciono i dolci possiamo mangiarli, ma è ovvio che non possiamo fare colazione pranzo e cena a base di torte e tiramisù.

Perché, sappiamo che tutti quei dolci ci fanno male.

Socialmente, però, abbiamo imparato a limitare solo alcuni alimenti, mentre altri sono passati tranquillamente sotto traccia, per una serie di motivi che non sto qui ad elencare.

Ad esempio la pasta, o i carboidrati in generale, prima si mangiavano senza problemi, poi sono stati presi di mira da tutti e sono nate le diete lowcarb, adesso si rivendica una dieta mediterranea che mette proprio alla base dell’alimentazione i carboidrati.

Nessuno, però, ha analizzato il vero problema, ossia come prodotti come la pasta vengono fatti oggi e perché la dieta mediterranea di oggi non è quella di 100 anni fa.

Ho anche scritto un articolo proprio su questo argomento, che puoi trovare qui: link articolo dieta mediterranea.

A differenza dei dolci, però, determinati alimenti non ci creano un disagio immediato e siamo quindi portati a pensare che in fondo facciano bene.

Dall’altra parte, quand’anche dovessero sorgere alcuni leggeri sintomi causati proprio da ciò che mangiamo, siamo portati a pensare che siano causa di qualche altro fattore, come ad esempio il freddo.

Eppure, per farti un esempio, eliminando gli zuccheri e la frutta in inverno noterai che molto probabilmente non ti verranno ne raffreddori ne mal di gola, questo perché il tuo corpo non avrà motivo di produrre muco per espellere tossine.

Quindi la bella notizia è che il modo migliore e l’unica vera soluzione per godersi le feste in totale libertà e lasciando fare al nostro corpo il lavoro che è predisposto a fare, dovremmo semplicemente depurarci a sufficienza prima e tenere traccia di ciò che mangiamo.

Anche perché gli sgarri se da una parte hanno una funzione psicologica di appagamento, dall’altra sono anche il modo migliore per provare sulla nostra pelle che un determinato alimento ci fa male.

Quindi se tu arrivassi a tavola, il giorno della festa, insieme alla tua famiglia, con un corpo depurato e pronto, dopo essersi riposato, a comunicare con te cosa è buono e cosa non lo è, dovresti solo fare attenzione a non mischiare troppi alimenti insieme.

Questo però è solo per un motivo di tracciatura, perché ovviamente se mangi 12 alimenti diversi e poi stai male, sarà più difficile capire quale ti ha fatto male, mentre se invece ne mangi 3 diciamo che il cerchio si stringe.

Ovviamente, se prima di arrivare alla festa hai già iniziato a tenere traccia di ciò che mangi e degli effetti che ne derivano, saprai già quali alimenti sicuramente sono innocui per il tuo corpo e quali invece non lo sai ancora.

Quelli che saprai già che ti fanno male, credimi, non li vorrai, anche se prima erano alimenti che ti piacevano tantissimo.

Questo avviene per il semplice fatto che anche le voglie sono generate dal tuo cervello che sa benissimo l’effetto che deriva da un determinato desiderio.

E infatti, difficilmente le persone sane sentono il desiderio di farsi del male!

 

 

Quindi, riassumendo, ecco la checklist per affrontare non solo le feste ma ogni singola situazione con la piena serenità e ottenendo il massimo della salute:

 

  • Affronta un periodo di disintossicazione, almeno eliminando per 1 mese zuccheri aggiunti e glutine.
  • Mangia pasti semplici, con massimo 3 ingredienti, e segnati come ti senti dopo ogni pasto, se ti senti male testa i singoli ingredienti con altre combinazioni per trovare quale effettivamente non ti fa bene.
  • Impara il più possibile ad abbinare correttamente gli alimenti tra di loro.
  • Goditi il momento più piacevole della nostra cultura, la tavola e non preoccuparti degli sgarri, perché vedrai che così facendo spariranno dai tuoi pensieri.

 

Questo percorso non è facile, soprattutto perché per alcune cose, come gli abbinamenti degli alimenti o il miglior modo per la cottura dei vari alimenti, dovrai studiare e trovare le corrette informazioni.

Ovviamente questo è il mio lavoro e sono disponibile ad aiutarti seguendoti passo dopo passo, per affrontare insieme a te questa trasformazione.

Se vuoi iniziare un percorso insieme a me per ritornare in salute mangiando, contatta il mio team tramite la live chat e riceverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

SCARICA ORA L'EBOOK
COME PERDERE PESO

continuando solo a mangiare

DOWNLOAD
Scritto dal Dr Francesco Norcini, consulente alimentare.
close-link
Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI!

ASPETTA!
Non perdere l'occasione

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link
Compila il form qui sotto:
ISCRIVITI!

NEWSLETTER SETTIMANALE

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link