fbpx
  • Lun-Ven: 8:00 - 12:00 / 15:00 - 19:00

Latte: tutto quello che devi sapere, una volta per tutte

Sono Francesco Norcini, consulente della nutrizione e del benessere e dottore in Scienze della Nutrizione.

Oggi voglio tornare a parlare del latte con alcuni riferimenti precisi su cosa ci è stato detto, nel corso degli anni e cosa invece oggi sappiamo su questo alimento.

Questo articolo nasce dalle tante domande che mi sono state fatte proprio sul latte, dopo la pubblicazione dell’articolo sull’osteoporosi che trovi cliccando QUI.

Ora, entriamo nel merito partendo dal presupposto che se qualcuno ti consigliasse di bere una bevanda, a colazione, che causa aumento di peso, gonfiore, acne, flatulenza, allergie, eczema, fragilità ossea e probabilmente persino il cancro tu non esisteresti un secondo a rifiutare cordialmente e dimenticare chi ti sta proponendo una tale follia.

Sbaglio?

Bene, perché da anni, ormai, questo è quello succede con i migliori consigli nutrizionali e le “linee guida” che dovrebbero aiutarci a stare bene!

E ancora oggi ci sono persone, che seguono le più disparate diete, che considerano il latte, associato magari alla “leggerissima” fetta biscottata e al “velo di marmellata”, una colazione sana per rimanere in salute.

Io non so dirti esattamente perché, ancora oggi, quelle che sono informazioni ormai scientifiche e alla portata di tutti fatichino così tanto ad essere diffuse.

Posso solo immaginare che dietro ci siano interessi economici immensi, visto tutto il business che esiste sulla produzione di latte e latticini.

In ogni caso, per te che sei arrivato su questa pagina, è fondamentale comprendere prima di tutto una cosa molto semplice: IL LATTE SCREMATO È ZUCCHERO PURO E AUMENTA LO STIMOLO SULL’INSULINA, che poi ci fa ingrassare.

Ora starai pensando che quindi il latte intero è meglio, questo perché probabilmente ti hanno detto che il problema del latte sono i grassi.

Be, peccato che le ricerche dimostrano che i grassi non hanno un’associazione preponderante con le malattie cardiovascolari.

Fatta eccezione per i grassi TRANS, che sono sconosciuti al nostro DNA e ai nostri batteri intestinali, I GRASSI NON SONO IL PROBLEMA.

Il problema del latte, che sia intero, parzialmente scremato, scremato, senza lattosio o ad alta digeribilità sono gli ormoni bovini femminili, presenti in quantità IMPRESSIONANTI che nel nostro corpo vengono trasformati in ormoni umani, non dimentichiamoci che si tratta di una bevanda creata per favorire la crescita dei giovani vitellini.

Parliamo di proteine allergeniche, antibiotici, fattori di crescita notoriamente cancerogeni, come il IGF-1, il fattore di crescita INSULINO-simile.

E chissà perché è proprio l’INSULINA ad essere la prima causa di aumento di peso e obesità e anche di diabete, che per qualcuno è erroneamente chiamato in questo modo in quanto trattasi di INSULINO-RESISTENZA.

Come siamo arrivati a questo punto, probabilmente, è a causa di lavori scientifici progettati male o intrepretati secondo le esigenze delle aziende finanziatrici.

Ma come è possibile che succeda questo?

È semplice, supponiamo che tu, che stai leggendo ora, hai una multinazionale che vende latte e prodotti legati alla produzione di latte.

Puoi benissimo finanziare un importante studio di ricerca scientifica sui benefici che ha il latte per l’essere umano, è una cosa che puoi fare e anzi, che molte aziende fanno.

Molte ricerche, oggi, sono finanziate da aziende private e grazie al cielo esistono questi finanziamenti.

Ma torniamo alla tua azienda che produce latte e che ha finanziato questa ricerca, a un certo punto scoprite che il latte fa male, che non contribuisce all’integrazione di calcio, che non fa bene alle ossa, che non è salutare e che anzi fa malissimo!

Ora tu, insieme alle persone che fanno parte del tuo board direttivo, avete la possibilità di fare 2 scelte.

La prima è chiudere TUTTO, mandare a casa centinaia di migliaia di famiglie, lasciare sul lastrico un’intera economia e cercare di ripartire producendo altro.

La seconda, è cercare una singola cosa positiva, in quella ricerca e continuare a produrre latte, magari iniziando ad inserire sul mercato alternative vegetali pianificando un cambiamento nel lungo termine e azioni che vi salvagurdino qualora qualcosa saltasse fuori in merito a queste scoperte, senza però cambiare tutto dall’oggi al domani e creare un probabile disastro economico.

In poche parole…molto meglio milioni di malati, la maggior parte in fondo “guaribili”, che un disastro economico, quindi volente o nolente, verrai inviato a chiudere il vaso di pandora e a continuare a fare quello che stavi facendo.

Oggi come oggi, però, grazie alla tecnologia e alle telecomunicazioni che esistono, le ricerche scientifiche sono divulgate molto più velocemente e facilmente e chiunque, all’interno di un laboratorio, con un semplice tweet o un post su facebook, può denunciare che cosa sta accadendo.

Questo ha spinto sempre più istituzioni a controbattere alle accuse con ricerche scientifiche che dimostrassero, una volta per tutte, la verità sui rispettivi ambiti.

Ed è grazie a questo cambiamento che oggi sappiamo che:

  • Il latte non serve alle ossa e anzi è dannoso.
  • Il latte scremato fa male quanto quello intero perché i grassi non fanno male.
  • Il latte non è legato alla storia dell’uomo e non lo abbiamo sempre bevuto!

Ma cosa dice la letteratura in merito a questi argomenti?

 

1) C’E’ BISOGNO DEL LATTE PER AVERE OSSA FORTI: BUGIA

Non esistono prove sul fatto che il latte rinforzi le ossa e anzi, tutti gli studi che servivano a dimostrarlo hanno evidenziato l’opposto.

I paesi dove si consuma meno latte sono quelli con i tassi più bassi di osteoporosi e fratture.

Se sei interessato a scoprire di più su questo argomento vai a leggere l’articolo che abbiamo scritto in merito che trovi qui.

 

2) IL PROBLEMA DEL LATTE SONO I GRASSI: BUGIA

Una meta-analisi del 2014 ha valutato 72 tra gli studi più rigorosi nella connessione tra grassi alimentari e malattie cardiovascolari, concludendo che l’assunzione di grassi saturi – e grassi in genere – ha un “effetto minimo” sulle malattie cardiache.

Uno studio del 2016 invece, misurando il livello di grassi di 3.300 persone, ha scoperto che coloro che avevano la concentrazione maggiore di grassi derivati da latticini nel sangue aveva tra 30 e 40% di probabilità in meno di sviluppare il diabete di tipo 2.

Addirittura, per quanto riguarda l’infanzia, è stato dimostrato che quando togliamo i grassi dai latticini, otteniamo un minor senso di sazietà spingendo I BAMBINI a mangiare di più, favorendo quindi l’insorgenza di obesità già nelle prime fasi della crescita.

Nel 2016, un gruppo di scienziati ha passato in rassegna 9 dei più autorevoli lavori scientifici sul legame tra burro e salute, concludendo che non vi sono legami tra questo e le malattie cardiovascolari.

Il burro era stato demonizzato e associato all’aumento del colesterolo, cosa assolutamente smentita che però ha favorito l’immissione sul mercato di una marea di grassi trans, che sono quelli veramente nocivi.

Il burro è pessimo per come viene elaborato dal nostro fegato che trasforma una parte di grassi in trigliceridi, che sono causa dell’aumento della pressione e conseguente malattia cardiovascolare.

Inoltre, come il latte, riduce l’apporto di calcio e incrementa quindi problema legati all’osteoporosi (puoi leggere l’articolo qui)

 

3) IL LATTE È LEGATO ALLA STORIA DELL’UOMO

Non è così, ma per sfatare questo mito è sufficiente una ricerca su Google e un’equazione logica.

Il latte viene prodotto dalle mucche incinta per nutrire i vitellini quando nascono e in natura una mucca non produce più latte di quello che serve al suo vitellino.

Quindi molto semplicemente, gli umani di un tempo, che miravano alla produzione per sopravvivere, e non per trarre un profitto economico da questa attività, non si alimentavano a latte, perché avrebbero dovuto alimentare loro, in altro modo, il vitellino.

Noi abbiamo risolto il problema mangiandoli, i vitellini, o alimentandoli con mangimi artificiali e sostituti del latte e abbiamo anche trovato ormoni che fanno produrre alla mucca latte in quantità simulando la gravidanza e accorciando la vita della mucca.

Ma della mucca chi se ne frega! Tanto quella non la vede nessuno quando compriamo il litro di latte al super mercato.

Questo ovviamente già è sufficiente a farti capire prima di tutto quanto la nostra idea sia costruita grazie a quello che i media vogliono farci vedere.

Secondariamente quanto è stupida l’idea che l’uomo abbia sempre bevuto il latte.

Senza considerare che ancora oggi esistono popolazioni dove il latte non se lo filano neanche di striscio, chissà come mai!

Quindi, caro lettore, se l’uomo da moltissimi anni beve latte di mucca, non è per una questione di salute o alimentazione, ma semplicemente di business.

Con questo articolo spero di averti dato maggiori risposte sul latte e se ti stai chiedendo con cosa fare colazione da domani, prova con un latte vegetale, secondo me potresti trovare un’alternativa che addirittura ti piace di più.

Per sapere, invece, come sostituire il latte e altri ingredienti come il latte che ti fanno male, chiedi maggiori informazion in live chat.

Sono in grado di insegnarti come mangiare seguendo ciò che è più adatto per il tuo corpo, senza metodi complessi, senza pesare gli alimenti o contare le calorie.

Semplicemente mangiando, la quantità che desideri, degli alimenti che sai che per il tuo corpo sono SANI.

Il lavoro insieme a me prevede 3 diversi pacchetti che si assecondano alle tue esigenze, non lasciare che tutte queste informazioni restino solo parole lette online e dimenticate.

Inizia subito a dedicare maggiore attenzione alla tua salute e ti garantisco che vivrai meglio e avrai un’energia che probabilmente ricordi solo collegata all’infanzia!

Se vuoi iniziare un percorso insieme a me per ritornare in salute mangiando, contatta il mio team tramite la live chat e riceverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.

 

Qui invece trovi un mio video Youtube inerente all’argomento:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

SCARICA ORA L'EBOOK
COME PERDERE PESO

continuando solo a mangiare

DOWNLOAD
Scritto dal Dr Francesco Norcini, consulente alimentare.
close-link
Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI!

ASPETTA!
Non perdere l'occasione

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link
Compila il form qui sotto:
ISCRIVITI!

NEWSLETTER SETTIMANALE

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link