fbpx
Tiroidite e Gozzo

Sono Francesco Norcini, consulente nutrizionale e nell’articolo di oggi ti parlerò di tiroidite di Hashimoto e Gozzo.

Durante gli studi scientifici degli anni 30/40, riguardante la tiroidite e il gozzo, si era notato come la zona della “Bergamasca” fosse la più colpita.

Proseguendo e approfondendo questi studi, si era giunti alla conclusione che questa zona fosse quella più avvezza al consumo di mais, polenta e cavoli.

Questi ingredienti, infatti, erano largamente diffusi all’interno della dieta Bergamasca.

Gli studi sulla Tiroidite si basavano, e si basano ancora oggi, sugli esami del sangue.

I valori che si prendono in considerazione sono gli anticorpi “anti tireoglobulina” e “anti tireoperossidasi”.

La tiroidite, generalmente, è di natura infiammatoria autoimmune e come ormai su questo blog dibattiamo abitualmente, alla base di un’infiammazione vi è molto spesso una risposta errata da parte dell’organismo, che si può ricondurre ad un’alimentazione errata.

Pannocchia di MaisSe riprendiamo gli studi storici sopra citati, possiamo iniziare a fare delle considerazioni interessanti innanzitutto sul mais.

Sappiamo che il mais, su molte persone, è un rallentatore del metabolismo. Questo è dovuto al contenuto estremamente ricco di amido.

La tiroide, per come è strutturata, non sopporta bene eccessi di amidi, zuccheri, dolci e cereali, e a questo proposito sappiamo anche che gli amidi e soprattutto i cerali come il mais, fanno alzare tantissimo la glicemia.

È proprio questo innalzamento della glicemia l’aspetto che più pesa sul funzionamento della tiroide.

Se consideriamo che l’amido di mais è presente in una quantità incredibilmente alta di alimenti, comprendiamo come il problema non sia assolutamente da sottovalutare.

Chi rischia maggiormente sono purtroppo le persone celiache, in quanto costrette a consumare solo cereali con un alto contenuto di amido, come mais e riso.

Questi soggetti avranno una maggiore probabilità di incorrere in problemi tiroidei, glicemie alte e colesterolo alto.

Oltre al mais è necessario fare attenzione al fruttosio presente naturalmente nella frutta, alle crucifere ( il cavolfiore al esempio) ed alle mandorle.

Altro indicatore interessante, relativo a problemi legati alla tiroide, è il rapporto tra colesterolo e ipotiroidismo.

La maggior parte degli ipotiroidei, infatti, ha problemi di colesterolo elevato, ed è risaputo, ormai, che alti valori di colesterolo sono legati ad un alto consumo di farinacei, ossia cereali.

 

Ci sono alimenti che invece apportano benefici per quanto riguarda la tiroidite?

Ci sono alimenti in grado di mitigare l’azione negativa di altri.

Si pensi ad esempio all’azione delle proteine. Si è evidenziato come il consumo di carne, pesce e uova, è in grado di “annullare” l’effetto negativo di crucifere e Carne, pesce e uovamandorle.

Così come avviene anche per quanto riguarda i picchi glicemici causati dai cereali, sono infatti in questo caso le proteine animali ad abbassare notevolmente il livello di glicemia nel sangue se consumati insieme.

A questo proposito mi vengono in mente due piatti tipici come Polenta e Merluzzo o Polenta e Spezzatino.

In questo caso, infatti, l’associazione di questi 2 elementi non produce, sul breve periodo, noduli alla tiroide o fibromi.

 

Cosa posso fare per prevenire problemi alla Tiroide?

 

Innanzitutto, è doveroso farti notare che fino a pochi decenni fa, l’incidenza di tiroidite sulla popolazione era molto meno importante.

Pesce e crostacei

Concentrandosi invece sull’alimentazione sappiamo che la tiroide è felice con il sodio.

La ragione risiede in un metabolismo generalmente più elevato grazie ad un livello di attività fisica molto più alto rispetto ad oggi.

Gli alimenti che sono maggiormente ricchi di sodio sono pesce, crostacei e alghe.

Inoltre, riducendo il più possibile il consumo di tutti i cereali, specialmente quelli contenenti glutine, permettiamo alla tiroide di riprendere bene le sue funzionalità.

Un ultimo consiglio che voglio darti è sulla Soia: è bene preferire la soia rossa, in quanto si abbina bene al pesce e alla carne e al momento non ci sono sufficienti dati scientifici per dimostrare il fatto che la soia si un elemento di fastidio per la tiroide.

Rimedi Fitoterapici per la tiroidite

In questa sezione voglio indicarti due prodotti che ritengo ottimi per il trattamento e la prevenzione della tiroidite.

Per le malattie autoimmuni puoi usare il Ganoderma Lucidum (reishi), un fungo medicinale della medicina tradizionale cinese.

Il Ganoderma ha proprietà immunomodulanti e quindi funziona molto bene se usato per ridurre il numero di anticorpi che attaccano la tiroide, andando quindi ad agire sul meccanismo che sta alla base di tantissime tiroiditi.

Puoi acquistarlo cliccando sull’immagine sottostante.

Ganoderma Lucidum

 

Un altro rimedio molto utile è la rosa canina, se riesci a procurartelo la soluzione migliore è il “gemmo derivato”, in alternativa puoi acquistare la tisana cliccando sull’immagine qui sotto.

Tisana alla Rosa Canina

Conclusioni

È importantissimo notare come una conoscenza approfondita degli alimenti e delle combinazioni di alimenti sia fondamentale per vivere in salute.

La maggior parte delle malattie moderne, infatti, è dovuto a complicazioni di stati infiammatori generati proprio da abitudini che hanno via via tolto importanza alla preparazione degli alimenti di cui ci nutriamo.

Oggi come oggi siamo abituati a vedere nelle cose rapide un vantaggio enorme per la nostra produttività.

Purtroppo, però, per produrre alimenti “rapidi” nella preparazione e nel consumo, l’industria alimentare ha fatto il proprio interesse andando anche a ridurre i costi di produzione e di conservazione e stoccaggio.

Quello che ingeriamo, oggi, è spesso artificiale o denaturalizzato e soprattutto non tiene conto dei corretti abbinamenti in grado di non appesantire il nostro organismo.

Hamburger e patatineA fronte di un’alimentazione sempre meno attenta è aumentato a dismisura il consumo di medicinali da banco con lo scopo di placare quei sintomi grazie ai quali il nostro corpo ci comunica qualcosa che non va.

Così in caso di reflusso mi prendo un gaviscon piuttosto che chiedermi cosa ha causato quel tipo di fastidio.

Conoscere come abbinare i cibi, ti posso garantire che non aumenta il tempo che passerai in cucina, al contrario ti darà la possibilità di fare scelte rapide, in ogni momento, ma con la consapevolezza che quello che mangerai è esattamente ciò che il tuo organismo richiede.

Questo vuol dire anche che non dovrai preoccuparti delle quantità di ciò che mangi, perché sarà il tuo organismo a dirti quando ne ha a sufficienza.

Il mio lavoro, come consulente della nutrizione, è ovviamente aiutare i miei Clienti proprio in questo percorso di scoperta.

Un feedback che la quasi totalità mi comunica è proprio il fatto che rispetto all’idea classica di una dieta, questo percorso li ha portati a mangiare di più e più liberamente.

Questo accade perché iniziando a mangiare gli alimenti corretti, il corpo si disintossica degli zuccheri in eccesso e si disinfiamma, andando così a riequilibrare tutta una serie di funzioni tra cui anche il senso di fame.

Unito a questo stupendo risultato vi è sempre una perdita di peso, laddove necessario e una vera e propria riconquista di uno stato di salute e fisico che tantissimi ritenevano perduto.

Se vuoi iniziare un percorso insieme a me per ritornare in salute mangiando, contatta il mio team tramite la live chat e riceverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.

 

 

Qui invece trovi un mio video Youtube inerente all’argomento:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

SCARICA ORA L'EBOOK
COME PERDERE PESO

continuando solo a mangiare

DOWNLOAD
Scritto dal Dr Francesco Norcini, consulente alimentare.
close-link
Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI!

ASPETTA!
Non perdere l'occasione

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link
Compila il form qui sotto:
ISCRIVITI!

NEWSLETTER SETTIMANALE

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link