fbpx
  • Lun-Ven: 8:00 - 12:00 / 15:00 - 19:00

Catarro: perché in inverno ne produciamo di più e ci ammaliamo?

L’inverno è la stagione tipica di alcuni tipici “malanni” dovuti alle temperature fredde e a una maggiore umidità dovuta anche dal cambio del clima in molte parti d’Italia.

Probabilmente ti sarai chiesto perché in inverno produciamo il catarro che poi spesso è veicolo di tosse, mal di gola o raffreddore.

E allora entriamo subito nell’argomento e vediamo il perché e come poter trattare e prevenire il catarro e le eventuali conseguenze relative alla sua formazione.

 

Perché si forma il catarro, e a cosa serve?

Il nostro corpo ovviamente “assorbe”, in diverse forme, scorie e tossine dall’esterno.

Immagina ad esempio allo smog che respiri, o ai contaminanti che ingerisci con l’alimentazione.

Se vai a leggere le varie normative europee relative agli obblighi per chi commercia alimenti, noterai che sono indicate quantità massime di contaminanti consentite.

Facciamo l’esempio del pesce.

I pesci grandi, è risaputo, trattengono una quantità maggiore di piombo presente nei nostri mari.

Piombo che abbiamo immesso noi nelle acque marine, con i combustibili e gli scarti della nostra produzione e che non è possibile eliminare del tutto.

Questo vuol dire che non possiamo più mangiare un tonno?

No, ma semplicemente che chi alleva o pesca tonni deve verificare che in quel pesce sia presente una quantità inferiore alla quantità massima consentita.

La quantità massima di ogni inquinante rappresenta quella soglia che il nostro corpo è in grado di espellere e ripulire autonomamente e che quindi è considerata “non nociva” per il nostro organismo.

Quindi ogni volta che mangiamo un alimento, introduciamo nel nostro corpo scarti della sua produzione, o del suo allevamento, che poi dovranno essere ovviamente espulsi.

Giungiamo quindi alla seconda domanda relativa all’rgomento.

 

Come espelle le tossine il mio corpo?

La domanda è ovvia, e se è facile  pensare a urina e feci come meccanismi utili all’espulsione delle scorie, meno immediato è pensare al “sudore”.

La “trasudazione” è un meccanismo eccellente di eliminazione di scorie e tossine che il nostro corpo è in grado di mettere in atto.

Per innescare efficacemente la sudorazione, però, è necessaria una temperatura esterna elevata.

Questo perché sudando il nostro corpo perde anche calore, quindi per evitare di generare conseguenze gravi, il nostro corpo deve avere la garanzia che la temperatura corporea rimanga costante intorno ai 37°.

Ecco perché quando facciamo attività fisica, o quando fa molto caldo, sudiamo.

Per il nostro corpo è infatti dannosa tanto una temperatura elevata, quanto una temperatura troppo bassa.

 

Ma cosa c’entra il sudore con il catarro?

Per rispondere a questa domanda te ne pongo io un’altra:
“se in Inverno sudi meno, perché fa più freddo, cosa può usare il tuo corpo come sostituto della sudorazione?”

La risposta sono sicuro che te la sei già dato da solo, o data da sola!

D’inverno, non potendo mettere in atto la sudorazione, a fronte di una temperatura esterna più bassa, saranno le mucose a dover espellere le scorie e come suggerisce il nome potranno farlo sfruttando la loro miglior arma di difesa, ossia la formazione di MUCO.

 

 

Sudare quindi fa bene per prevenire la formazione di muco?

La risposta breve è si!

I popoli del NORD e gli antichi romani lo sapevano bene, tant’è che crearono terme e saune proprio con lo scopo di permettere al corpo di surriscaldarsi e quindi sudare anche durante la stagione fredda.

Le terme, quindi, svolgevano un ruolo “terapeutico” al fine di espellere le scorie accumulate.

 

Quali alimenti stimolano la produzione di catarro?

Oltre all’attività fisica e alla sudorazione, è bene portare l’attenzione su ciò di cui ci nutriamo.

Infatti, alcuni cibi, stimolano maggiormente la produzione di catarro, e nella fattispecie questa è la lista degli alimenti a cui fare più attenzione:

  • Riso
  • Mais
  • Formaggi stagionati
  • Pomodoro
  • Agrumi
  • Frumento
  • Segale

 

Rimedi Fitoterapici per il catarro

Come di consueto voglio lasciarti una lista di rimedi fitoterapici che ti saranno utili nel trattamento e nella prevenzione del catarro.

Se vuoi iniziare un percorso insieme a me per ritornare in salute mangiando, contatta il mio team tramite la live chat e riceverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.

 

Qui invece trovi un mio video Youtube inerente all’argomento:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

SCARICA ORA L'EBOOK
COME PERDERE PESO

continuando solo a mangiare

DOWNLOAD
Scritto dal Dr Francesco Norcini, consulente alimentare.
close-link
Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI!

ASPETTA!
Non perdere l'occasione

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link
Compila il form qui sotto:
ISCRIVITI!

NEWSLETTER SETTIMANALE

Rimani in contatto con me per consigli utili sull'alimentazione e sugli effetti benefici che può avere sul tuo fisico e sul tuo umore.
close-link